Home > Magazine > Approvata la direttiva europea sul copyright: l’impatto sui social network

Approvata la direttiva europea sul copyright: l’impatto sui social network

social network copyright
13 Settembre 2018

Indice dei contenuti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Social network e nuove regole sul copyright: ecco cosa cambia con la nuova direttiva europea.

Il 12 settembre il Parlamento Europeo di Strasburgo ha approvato, con 438 voti a favore, la tanto discussa direttiva europea sul sistema di gestione e controllo del copyright, che stravolge le regole di fruizione dei contenuti sul web, compresi quelli presenti sui social network.

La nuova direttiva europea sul copyright nasce dall’esigenza di aggiornare le regole sui diritti d’autore (ferme al 2001) in seguito agli enormi cambiamenti avvenuti nel mondo di internet, iniziando dall’avvento dei social network.

In particolare, dopo aver subito alcune modifiche e contestazioni, la direttiva europea mira alla tutela del lavoro creativo realizzato ad opera di musicisti, fotografi, artisti, giornalisti ecc. che potranno vedere finalmente riconosciuti i propri meriti anche richiedendo una remunerazione in denaro per l’utilizzo, anche parziale, dei loro contenuti.

Nel corso degli ultimi mesi la riforma legislativa europea in questione ha scatenato un forte clamore e ha diviso l’opinione pubblica (e non solo) tra favorevoli e contrari. Se, infatti, da un lato viene finalmente riconosciuto un compenso equo a chi detiene il copyright di un contenuto, dall’altro si teme il rischio di andare verso un’informazione online meno libera e più limitata.

L’articolo 11 (il link tax) e l’articolo 13 della direttiva, in particolare, hanno fatto molto discutere nei mesi precedenti perché toccano due aspetti molto importanti del copyright online. L’articolo 13, soprattutto, entra anche nello specifico della fruizione dei contenuti tramite social network, e non solo. Secondo questo articolo, le piattaforme web – compresi i diversi social network come Facebook, Instagram, Twitter ecc. – dovranno applicare controlli più serrati al fine di evitare che i propri utenti pubblichino contenuti e materiali protetti da copyright.

Così facendo, le piattaforme web e social divengono direttamente responsabili della violazione dei diritti d’autore che avviene con la pubblicazione, da parte degli utenti, di foto, testi, video e brani musicali protetti da copyright

Che impatto avrà sui social network la nuova direttiva europea sul copyright?

I numerosi social network – Facebook, Instagram, Twitter ecc. – dovranno quindi svolgere un ruolo di controllo su tutti i contenuti condivisi sulla propria piattaforma dai milioni di utenti che ne usufruiscono.

Dotandosi di tecnologie apposite, le differenti piattaforme social dovranno dunque analizzare a priori il contenuto che sta per essere pubblicato e bloccarlo (ed eliminarlo) qualora non si detengano i diritti d’autore necessari per la pubblicazione.

Possiamo altresì dire che, l’articolo 13 cerca inoltre di porre un freno al fastidioso fenomeno del copia/incolla di contenuti molto diffuso sul web.

Pertanto, in seguito all’approvazione della direttiva europea sul copyright, per ottenere una comunicazione efficace sui social network diventerà assolutamente indispensabile prestare molta attenzione nella realizzazione di contenuti originali e di qualità, per evitare così di essere penalizzati da una comunicazione approssimativa. I maggiori controlli effettuati sui social network, infatti, bloccheranno ed eviteranno la pubblicazione di tutti i contenuti non giudicati autentici e protetti da copyright, penalizzando così tutti coloro che usufruiscono anche solo parzialmente dei contenuti (testo, audio, video, foto ecc.) non autorizzati dai legittimi autori.

Cosa succede adesso, dopo l’approvazione della direttiva europea sul copyright?

Dopo essere stata approvata dal Parlamento Europeo, la nuova direttiva sul copyright continuerà l’iter legislativo previsto dal Parlamento UE e sarà analizzata nei negoziati tra le varie istituzioni europee e gli Stati membri dell’Unione Europea.

Il negoziato potrebbe durare più di un anno e qualora l’iter legislativo dovesse concludersi con l’approvazione da parte di tutti gli Stati membri, la nuova direttiva europea sul copyright entrerà ufficialmente in vigore, cambiando molto le regole e gli equilibri del web.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Hai bisogno di una consulenza?

Contatta la nostra agenzia di comunicazione!

Tag:
Condividi su:
potrebbe interessarti

Chi siamo

Tivitti è un’agenzia di comunicazione specializzata nella realizzazione di strategie di comunicazione volte al raggiungimento degli obiettivi di marketing delle aziende di ogni settore.
Via Generale C. A. dalla Chiesa, 40
90143 Palermo

Iscriviti alla newsletter

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Tutte le notizie e gli approfondimenti
sul mondo del marketing e della comunicazione.

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Tivitti srls © 2022 – P. Iva 06423850822 – REA PA 320080 – Cap. Soc. 5.000,00 EUR – Privacy e Cookie Policy