Home > Magazine > Il logo di Coca-Cola accartocciato per una campagna sul riciclo 

Il logo di Coca-Cola accartocciato per una campagna sul riciclo 

23 Aprile 2024

Indice dei contenuti

Marketing e creatività hanno ispirato la campagna di Coca-Cola 

Coca-Cola ha lanciato una provocatoria campagna OOH (Out of Home) globale, denominata “Recycle Me”, con l’intento di ispirare le persone a integrare il riciclo nella loro routine quotidiana. Questa iniziativa, inizialmente lanciata in America Latina, si propone di sensibilizzare il pubblico attraverso una serie di creatività visive che mostrano il logo della Coca-Cola su lattine schiacciate durante il processo di riciclo.

L’obiettivo principale di questa campagna è quello di mettere in evidenza l’importanza del riciclo e di spingere le persone a compiere azioni concrete dopo aver consumato una lattina di Coca-Cola. L’immagine d’impatto, accompagnata dal messaggio “Recycle Me”, mira a stimolare comportamenti positivi verso la gestione dei rifiuti.

Questa iniziativa di marketing rappresenta un nuovo approccio innovativo per coinvolgere i consumatori nell’ambito del riciclo delle lattine di Coca-Cola, supportando la strategia aziendale di un “Mondo senza rifiuti”. Sfruttando il potere del suo logo iconico e universalmente riconosciuto, la campagna mira a promuovere l’idea che la sostenibilità sia una responsabilità condivisa e a incentivare il riciclo su larga scala.

Le creatività della campagna, sviluppate da WPP Open X con la consulenza di Ogilvy New York, saranno diffuse su diversi formati pubblicitari OOH e DOOH a Buenos Aires, in Argentina, Brasile e Messico, oltre che su supporti cartacei e sui social media. Particolarmente significativo è il fatto che le immagini dei loghi utilizzate nelle creatività siano state ricavate da vere lattine schiacciate, conferendo così un tocco autentico e tangibile alla comunicazione visiva.

Attraverso l’utilizzo di tecniche innovative, come presse meccaniche e aspirapolvere, le lattine sono state manipolate per creare un effetto unico sul logo, riflettendo in modo simbolico il processo di riciclo. Ogni esecuzione OOH presenta un logo unico, replicando i diversi modi in cui le persone schiacciano le lattine prima di smaltirle. Inoltre, è previsto il lancio di un video documentario che illustra il processo creativo alla fine del mese, contribuendo a sensibilizzare ulteriormente il pubblico sull’importanza del riciclo e della sostenibilità ambientale.

Brand activism o greenwashing? 

Questa singolare campagna di Coca-Cola potrebbe rientrare, a prima vista, nella categoria del brand activism, una strategia di marketing basata sull’impegno del brand verso cause di grande rilevanza sociale, economica, ambientale e politica. Nel libro del “padre” del marketing Philip Kotler “Brand activism. Dal purpose all’azione” viene descritto come l’evidente volontà da parte dell’azienda di assumersi una responsabilità per il bene comune della comunità. Da questo scaturiscono campagne di comunicazione, spesso di viral e guerrilla marketing, per rendere noto ai potenziali clienti i valori e l’impegno del brand. Oggi più che mai le scelte di acquisto di molte persone si basano anche su questo.

C’è però un interrogativo più che legittimo su questa iniziativa di Coca-Cola, sicuramente eccezionale dal punto di vista della creatività. Il sospetto è che, più di brand activism, siamo in presenza di un caso di greenwashing cioè il tentativo di un brand di mostrarsi attento a determinate tematiche pubbliche per cercare di “ripulirsi” l’immagine. Se ci ragioniamo un attimo, la campagna di Coca-Cola serve a sensibilizzare i consumatori sul tema del riciclo. Tuttavia, è  curioso che a farlo sia un’azienda che ha fatto fortuna diffondendo le sue bevande in tutto il mondo, da oltre 130 anni, attraverso miliardi di lattine e bottiglie di plastica e scegliendo di abbandonare quasi del tutto il vetro (privo di sostanze inquinanti). La campagna sembra quasi voler fare la morale sul rispetto per l’ambiente a tutti noi. Da che pulpito viene la predica. 

Le posizioni lavorative aperte in Tivitti
Hai bisogno di una consulenza?

Contatta la nostra agenzia di comunicazione!

Tag:
Condividi su:
potrebbe interessarti
Tivitti
Apri la Chat
Ha bisogno di informazioni?
Salve!
Come possiamo aiutarla?