Home > Magazine > Natale, lo spot di Sainsbury’s è un capolavoro di visual storytelling

Natale, lo spot di Sainsbury’s è un capolavoro di visual storytelling

Sainsbury spot natale 2019
29 Novembre 2019

Indice dei contenuti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Con una storia dickensiana, la nota catena britannica di supermercati celebra i suoi 150 anni di attività raccontando l’origine del mito di Babbo Natale.

E se Babbo Natale non fosse altro che un bambino vittima di ingiustizie, salvato da una donna di buon cuore e destinato a rendere felici tutti i bambini del mondo?

È la storia che racconta Sainsbury’s, nota catena di supermercati inglesi, nel suo spot natalizio dedicato proprio alla nascita di Santa Claus.

Lo spot, ambientato in epoca vittoriana, mostra un bambino di circa 8 anni, lo spazzacamino Nicholas, arrestato ingiustamente per il presunto furto di un mandarino nei pressi del banco frutta di Sainsbury’s.

Portato in isolamento, al freddo e al gelo, viene salvato da madame Sainsbury in persona, che gli dona una cesta intera di mandarini.

A questa buona azione ne corrisponde un’altra: Nicholas, che non dimentica gli altri orfanelli spazzacamino, regala tutti i suoi mandarini agli amici e insieme portano il carbone all’adulto malvagio (che sfrutta i bambini).

Alla fine, il protagonista si allontana avvolto da un mantello rosso, destinato a diventare il simbolo del Natale.

Lo spot si conclude con il motto “Sainsbury’s, making Christmas Christmas since 1869”. 

Sainsbury’s non ha quindi il ruolo del protagonista che risolve un problema, ma quello dell’aiutante che supporta l’eroe, il piccolo Nicholas, a vincere la sua battaglia contro l’ingiustizia.

Il “making Christmas Christmas” significa proprio questo: riappropriarsi del significato del natale, rimanendo al fianco dei più deboli.

Dietro lo spot di Natale Sainsbury’s

Nel video natalizio di Sainsbury’s Babbo Natale viene mostrato da bambino, nel suo percorso di formazione che lo porta dall’essere un orfanello al diventare l’eroe di tutti i bambini.

In questa magnifica opera di visual storytelling ritroviamo tutti gli elementi tipici del Natale di una favola di stampo dickensiano.

Protagonista, proprio come in molte opere di Charles Dickens, è un orfano che vive in una grave condizione di povertà nella Londra vittoriana dell’Ottocento, caratterizzata da una profonda ingiustizia sociale.

Il video ha una durata di circa due minuti e mezzo: parlare di spot pubblicitario è forse riduttivo, poiché la regia, la storia, la trama e l’ambientazione rendono questo gioiello pubblicitario un piccolo film a tutti gli effetti.

Il cortometraggio è stato diretto da Ninian Doff per la Pulse Films. Doff è un pluripremiato regista di video musicali, cortometraggi e spot pubblicitari, tra cui il “Marvellous Creation” di Cadbury’s ispirato al magico mondo di Willy Wonka. Un regista, insomma, che con lo storytelling va a braccetto. Lo spot di Sainsbury’s è stato un grande successo, basti pensare che ha superato i quattro milioni di visualizzazioni in poco più di 24 ore.

[/vc_column_text][vc_column_text]

Esempio perfetto di storytelling 

La scelta del brand di mettere in scena questa storia, per celebrare il 150° anniversario, è un esempio perfetto di storytelling, la cui tecnica narrativa prevede la presenza di un eroe, un antieroe, aiutanti e una morale forte. 

Seguendo le teorie di Andrea Fontana, il più illustre esperto di Corporate Storytelling in Italia, quella di Sainsbury’s è una “storia suprema” che fa convergere verso di sé tutte le linee narrative descritte nel suo saggio “Storie che incantano” (Roi Edizioni). Infatti, nello spot troviamo tutti gli elementi che rendono suprema una storia: fatti, salvezza, cura, trasformazione, legami, valori:

Storia di fatti: è una storia, seppur immaginaria, collocata in un preciso luogo e contesto storico dove domina l’ingiustizia. Tutta la narrazione si svolge secondo lo schema situazione – problema – soluzione. 

Storia di salvezza: in quasi tutto lo spot prevale il senso di sconfitta, di una situazione senza via d’uscita. Poi un aiutante (che sarebbe madame Sainsbury) porta la “salvezza”. Dal buio si passa alla luce;

Storia di cura: nello spot emergono elementi negativi che generano paura cioè la povertà, l’abbandono, l’indifferenza, il maltrattamento dei bambini. 

Storia di trasformazione: gli essere umani sono da sempre affascinati dalle avventure che portano al cambiamento. Il bambino vittima di ingiustizia si riscatta e si trasforma in Babbo Natale; 

Storia di legami: il male presente nella società viene vinto dai legami profondi tra i protagonisti dello sport, tra Nicholas e madame Sainsbury, tra Nicholas e gli altri bambini;

Storia di valori: emergono soprattutto i valori della bontà (contrapposta alla cattiveria dello spazzacamino che sfrutta i bambini) e dalla solidarietà (madame Sainsbury che aiuta Nicholas il quale a sua volta dona i frutti ricevuti agli altri bambini).

Le strategie di marketing si stanno orientando sempre di più verso il visual storytelling proprio per la potenza evocativa delle immagini e delle storie, che fanno identificare chi guarda nei sentimenti e nella morale della favola proprio come fa lo spot di Sainsbury’s.

Sainsbury’s, tra storia e innovazione

La catena di supermercati Sainsbury’s è la seconda per diffusione e grandezza del Regno Unito. 

La donna che nello spot ricopre il ruolo di aiutante del piccolo Nicholas è Mary Ann Sainsbury, fondatrice dell’azienda. Proprio lei inaugurò il primo Sainsbury’s nel 1869, in piena epoca vittoriana, post Rivoluzione Industriale.

Nonostante l’età, la catena di supermercati resta uno dei fiori all’occhiello della comunicazione aziendale e del marketing, non solo in Inghilterra ma anche nel resto del mondo.

I momenti in cui Sainsbury’s ha dimostrato una grande capacità di stare al passo con i tempi sono diversi, tuttavia vale la pena citarne due dove si è dimostrato davvero un precursore.

Il primo risale al 2011, quando il servizio clienti di Sainsbury’s riceve una lettera da una bambina di 3 anni che chiede perché il “tiger bread” (pane tigrato) abbia questo nome, visto che, secondo lei, somiglia di più ad una giraffa.

Questo è uno dei primi casi in cui un’azienda risponde pubblicamente ad una bambina così piccola, con una perfetta empatia e una grande considerazione del suggerimento – e una gift card per andare ad acquistare il pane insieme ai genitori. 

Così facendo, Sainsbury’s dimostra di essere realmente attento alle richieste di tutti i suoi clienti, e di rispondere in maniera personalizzata, senza messaggi standard, avvicinandosi di più alla propria clientela.

Altro punto importante di contatto tra l’azienda e le richieste dei suoi clienti risiede nell’inaugurazione delle macellerie vegane, avvenuta quest’anno presso lo store di Bethnal Green, nell’East-End.

Clienti soddisfatti, non solo quelli vegani, ma anche quelli attenti all’ambiente: la carne a base vegetale permette un enorme risparmio di risorse primarie, tra cui l’acqua, il cui spreco nell’allevamento ha proporzioni devastanti per il pianeta.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/2″][vc_raw_html]JTNDZGl2JTIwY2xhc3MlM0QlMjJhdXRob3ItaW5mbyUyMCUyMiUzRSUwQSUwOSUwOSUwOSUzQ2RpdiUyMGNsYXNzJTNEJTIyYXV0aG9yLWF2YXRhciUyMHJvdW5kLWltYWdlcyUyMiUzRSUzQ2ltZyUyMHNyYyUzRCUyMmh0dHBzJTNBJTJGJTJGdGl2aXR0aS5jb20lMkZ3cC1jb250ZW50JTJGdXBsb2FkcyUyRjIwMTglMkYwOSUyRmNhcnRhLW1hdXJvLTE1MHgxNTAucG5nJTIyJTIwd2lkdGglM0QlMjI4MCUyMiUyMGhlaWdodCUzRCUyMjgwJTIyJTIwYWx0JTNEJTIyTWF1cm8lMjBMYSUyME1hbnRpYSUyMiUyMGNsYXNzJTNEJTIyYXZhdGFyJTIwYXZhdGFyLTgwJTIwd3AtdXNlci1hdmF0YXIlMjB3cC11c2VyLWF2YXRhci04MCUyMGFsaWdubm9uZSUyMHBob3RvJTIyJTIwc2NhbGUlM0QlMjIwJTIyJTNFJTNDJTJGZGl2JTNFJTA5JTA5JTA5JTNDZGl2JTIwY2xhc3MlM0QlMjJhdXRob3ItZGVzY3JpcHRpb24lMjIlM0UlMEElMDklMDklMDklMDklM0NoNCUzRSUzQ3NwYW4lMjBjbGFzcyUzRCUyMmF1dGhvci1oZWFkaW5nJTIyJTNFQXV0b3JlJTNDJTJGc3BhbiUzRSUyNm5ic3AlM0JNYXVybyUyMExhJTIwTWFudGlhJTNDJTJGaDQlM0UlMEElMDklMDklMDklMDklMDklMDklMDklMDklM0NwJTIwY2xhc3MlM0QlMjJhdXRob3ItYmlvJTIyJTNFJTNDJTJGcCUzRSUwQSUwOSUwOSUwOSUzQyUyRmRpdiUzRSUwQSUwOSUwOSUzQyUyRmRpdiUzRQ==[/vc_raw_html][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_raw_html]JTNDZGl2JTIwY2xhc3MlM0QlMjJhdXRob3ItaW5mbyUyMiUzRSUwQSUwOSUwOSUwOSUzQ3NwYW4lMjBjbGFzcyUzRCUyMmF1dGhvci1hdmF0YXIlMjBuby1hdmF0YXIlMjIlM0UlM0MlMkZzcGFuJTNFJTA5JTA5JTA5JTNDZGl2JTIwY2xhc3MlM0QlMjJhdXRob3ItZGVzY3JpcHRpb24lMjIlM0UlMEElMDklMDklMDklMDklM0NoNCUzRSUzQ3NwYW4lMjBjbGFzcyUzRCUyMmF1dGhvci1oZWFkaW5nJTIyJTNFQXV0b3JlJTNDJTJGc3BhbiUzRSUyNm5ic3AlM0JTaW1vbmElMjBSdWlzaSUzQyUyRmg0JTNFJTBBJTA5JTA5JTA5JTA5JTA5JTA5JTA5JTA5JTNDcCUyMGNsYXNzJTNEJTIyYXV0aG9yLWJpbyUyMiUzRSUzQyUyRnAlM0UlMEElMDklMDklMDklM0MlMkZkaXYlM0UlMEElMDklMDklM0MlMkZkaXYlM0U=[/vc_raw_html][/vc_column][/vc_row]

Hai bisogno di una consulenza?

Contatta la nostra agenzia di comunicazione!

Tag:
Condividi su:
potrebbe interessarti

Chi siamo

Tivitti è un’agenzia di comunicazione specializzata nella realizzazione di strategie di comunicazione volte al raggiungimento degli obiettivi di marketing delle aziende di ogni settore.
Via Generale C. A. dalla Chiesa, 40
90143 Palermo

Iscriviti alla newsletter

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Tutte le notizie e gli approfondimenti
sul mondo del marketing e della comunicazione.

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Tivitti srls © 2022 – P. Iva 06423850822 – REA PA 320080 – Cap. Soc. 5.000,00 EUR – Privacy e Cookie Policy