Home > Magazine > Pinterest, nuove modalità per lo shopping online: dalle schede Negozio alle Guide di Stile

Pinterest, nuove modalità per lo shopping online: dalle schede Negozio alle Guide di Stile

pinterest ecommerce
9 Aprile 2020

Indice dei contenuti

[vc_row][vc_column][vc_column_text]In seguito all’aumento dello shopping online dovuto all’emergenza Coronavirus, che ha costretto i consumatori ad affidarsi sempre più agli E-commerce, anche i più importanti social media si stanno adeguando. Ultimo in ordine di tempo è stato Pinterest, che negli ultimi giorni ha lanciato una nuova funzione dedicata agli acquisti.

In buona sostanza, da qualche giorno a questa parte la piattaforma basata sulla condivisione di immagini mette i suoi utenti nelle condizioni di accedere alle schede Negozio (tab Shop), che faciliteranno la ricerca di prodotti. Il tutto è stato accompagnato anche da un netto miglioramento della ricerca visiva, che diventa più intuitiva.

Pinterest e le schede Negozio: come funzionano

Le tab shop sfruttano la pre-esistente (e caratterizzante) funzionalità pin. All’interno delle schede negozio appariranno una serie di prodotti che saranno, appunto, pinnabili e potranno essere salvati nelle bacheche personali degli utenti per mezzo del pulsante  “Salva”. Il pin riporterà direttamente all’E-commerce che vende il prodotto d’interesse.

Cosa cambia rispetto alle precedenti funzioni di shopping online del social media? Semplice: tutto diventa più performante. Fino a una settimana fa, infatti, gli utenti potevano cercare prodotti acquistabili, ma la ricerca restituiva dei risultati generici.

pinterest shop

Ci si trovava di fronte a immagini di prodotti acquistabili e non, cosa che non scoraggiava l’acquisto ma lo rendeva leggermente più difficoltoso. L’introduzione della scheda Negozio, invece, permette di avere subito sott’occhio tutti i prodotti in vendita.

Inoltre, grazie a una serie di filtri è possibile anche selezionare la fascia di prezzo, il brand e persino il tema (o categoria) d’interesse. Questo rende il processo di conversione più veloce e immediato.

Pinterest, metodi d’acquisto fluidi e Guide di Stile

Ma non è tutto qui. Preso atto dell’aumento del numero di pin acquistabili (cresciuto di ben 2,5 volte rispetto allo scorso anno) e del conseguente incremento del traffico sulle sue pagine (aumentato di 2,3 volte rispetto allo scorso anno), Pinterest ha deciso di introdurre altre modifiche apparentemente piccole ma decisamente sostanziali nell’ottica del digital marketing.

In primis, ha reso più fluidi gli acquisti da bacheca con una “lista” che mostra i prodotti d’interesse salvati per essere poi comprati. Più fluidità anche per gli acquisti dai Pin: integrando la ricerca visiva, Pinterest permette di comprare in maniera quasi immediata tutti i prodotti presenti sulla piattaforma.

Pinterest Shop

E, a proposito di ricerca visiva, Pinterest ha introdotto quella che potremmo definire come modalità-vetrina, chiamata Guide di Stile. In pratica, alcune ricerche relative all’arredamento d’interni riporteranno a delle immagini che hanno il compito di mostrare più prodotti compatibili tra loro.

Queste immagini saranno composte da diversi oggetti/pin, assemblati tra loro dagli stessi rivenditori. Questi ultimi dovranno prima caricare i prodotti per mezzo della funzione Cataloghi e poi organizzarli in sottogruppi più piccoli.

Infine, Pinterest ha potenziato anche la funzione Acquista simili: quando gli utenti punteranno il pin con il mouse potranno vedere in modo quasi automatico tutti i prodotti correlati, suddivisi per aspetto, funzione o, nel caso dei prodotti per la casa, per aree d’arredamento.

Pinterest e lo shopping online: l’evoluzione del social media marketing

I cambiamenti di Pinterest sono fondamentali nell’ottica del social media marketing. Per comprendere perché basta guardare ai dati forniti dalla press room della piattaforma: nell’ultimo anno il numero di pin per prodotti acquistabili è aumentato di 2,5 volte. Questo ha portato a un raddoppiamento del traffico verso i rivenditori e a un incremento degli acquirenti online, che si attesta al 44% rispetto al 2019.

Resta chiaro che la diffusione del Covid-19 ha dato una spinta decisiva. Sono aumentate esponenzialmente le ricerche e gli acquisti per articoli home-office e, tra le ricerche, spiccano quelle di regali per dipendenti e idee per la salute, aumentate di quasi il 70%.

Tuttavia, resta il vantaggio per le aziende, specie per quelle più piccole. Pinterest afferma che il 97% delle sue ricerche prodotto sono no-brand, cosa che permette ai marchi emergenti di avere uguali possibilità rispetto a marchi più noti.

Attualmente, dunque, usare Pinterest per promuovere il proprio E-commerce diventa una strategia vincente. Non solo la platea di acquirenti è vasta, ma c’è un’ampia possibilità di saltare all’occhio, senza dover temere (eccessivamente) la competizione di nomi già affermati.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Hai bisogno di una consulenza?

Contatta la nostra agenzia di comunicazione!

Tag:
Condividi su:
potrebbe interessarti

Chi siamo

Tivitti è un’agenzia di comunicazione specializzata nella realizzazione di strategie di comunicazione volte al raggiungimento degli obiettivi di marketing delle aziende di ogni settore.
Via Generale C. A. dalla Chiesa, 40
90143 Palermo

Iscriviti alla newsletter

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Tutte le notizie e gli approfondimenti
sul mondo del marketing e della comunicazione.

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Tivitti srls © 2022 – P. Iva 06423850822 – REA PA 320080 – Cap. Soc. 5.000,00 EUR – Privacy e Cookie Policy